notizie
Notizie di ASSIF

“Dono e dintorni 2019”: ecco le vincitrici del bando

Licia Paglione2

 Si è conclusa la prima edizione del bando “Dono e dintorni 2019” che ha visto la collaborazione preziosa tra ASSIF, Fundraiserperpassione e Fondazione Italia per il Dono ONLUS.

L’obiettivo principale del bando era quello di finanziare studi ed esperienze che favorissero lo sviluppo e il miglioramento delle competenze trasversali e le soft skill, utili al miglioramento delle capacità necessarie a un fundraiser e promotore del dono per svolgere quotidianamente in modo efficace la professione.

I progetti vincitori sono stati due, rispettivamente di Maria Licia Paglione e di Arianna Castronovo. Oggi vi presentiamo il progetto di Maria Licia, a cui abbiamo chiesto di descrivere il suo progetto e cosa l’ha spinta a presentarlo.

“Il mio progetto “Risignificare il dono, oltre l’utilità, ovvero: quando il dono si fa generatore di beni relazionali” nasce del desiderio di formare, attraverso le intuizioni presenti nelle scienze socio-antropologiche, ad una visione del dono quale pratica antichissima, tutt’oggi presente nelle società contemporanee, ma spesso fraintesa nella sua essenza. Il dono, infatti, secondo la prospettiva socio-antropologica, radicata ad esempio nel lavoro di Marcel Mauss, è stato scoperto non prevalentemente come un atto unilaterale utile a far transitare beni, ma come un sistema di scambio fondato sulla reciprocità, divenendo un mezzo per costruire legami di fiducia tra le popolazioni e le persone, legami che oggi nella letteratura socio-economica sono conosciuti con il nome di “beni relazionali“.

“Credo che riscoprire questo significato del dono possa sostenere la progettazione e l’implementazione di azioni di fundraising consapevoli di questo potere “legante” che il dono possiede. Il corso che ho pensato intende fornire strumenti per monitorare i risultati delle pratiche di donazione attivate al fine di raccogliere fondi, in termini relazionali, ovvero in modo da evidenziare la loro efficacia nella creazione di “beni relazionali” con donatori, con i destinatari delle donazioni e con tutti gli attori sociali coinvolti in questi processi.”

Complimenti alla vincitrice!

Condividi

Potrebbe interessarti anche