Il Corwfunding in Italia Starteed

È uscito il rapporto 2020 sul Crowdfunding in Italia, realizzato da anni da Starteed, che certifica un ulteriore grande salto in avanti del crowdfunding nel nostro paese. Infatti il settore è cresciuto nell’ultimo anno del 75% raccogliendo oltre 399 milioni di euro. Complessivamente, dalle sue origini, il crowdfunding ha raccolto più di 778 milioni di euro.

Chiaramente non tutto il crowdfunding è fundraising! Il Crowdfunding donation e reward based ha raccolto nel 2020 31 milioni di euro, che è pari a 1/3 di tutto quello che ha raccolto sin dall’inizio, con un incremento del 38% rispetto al 2019. Una crescita quindi molto significativa.

Molti penseranno che a trainare questa crescita sia stata l’emergenza sanitaria. Questo è vero solo in parte: il fatto che l’emergenza legata alla pandemia abbia polarizzato l’attenzione dei donatori su tematiche legate alla sanità non ha impedito ad altre campagne di raggiungere comunque risultati interessanti.

Si noti, peraltro, che nel rapporto non viene presa in considerazione la piattaforma Gofundme, che è statunitense. E questo rende ancora più significativo il risultato. Le 5 piattaforme Italiane che nel 2020 hanno ottenuto performance di raccolta migliori sono, in ordine di entità del raccolto:

Andando a sondare più nel dettaglio la tipologia di progetti presenti in queste 5 piattaforme, si nota una sensibile crescita del numero di progetti che riguardano l’ambito cultura, anche grazie ad iniziative specificamente rivolte a tale settore, come il Premio Cultura di Rete del Dono. Molti anche i progetti che integrano diverse aree tematiche in un contenitore che potremmo definire “fundraising per i beni comuni”, legati al riutilizzo e alla valorizzazione di beni patrimoniali che altrimenti rimarrebbero inutilizzati e in via di decadenza.

Secondo l’indagine di Starteed, questo incremento della raccolta è dovuto principalmente, ma non esclusivamente, alla crescita, nelle organizzazioni proponenti i progetti, di una competenza diffusa circa le leve che favoriscono il successo delle campagne.

A nostro avviso quindi il crowdfunding, confermando in modo chiaro il suo tasso di crescita, va preso a tutti gli effetti come uno strumento di raccolta fondi ormai consolidato che non è alternativo al fundraising, ma che può far parte integrante di una sua strategia per tutti i tipi di organizzazioni e per qualunque ambito tematico.

Massimo Coen Cagli, socio ASSIF e componente del gruppo di lavoro sulla ricerca

 

Chi è il fundraiser

Scopri chi è realmente il fundraiser, le diverse tipologie e le mansioni.

Scopri
 

Diventa socio

Vuoi entrare a far parte del network dei fundraiser italiani? Scopri come fare.

Scopri
 

Scopri i soci

Fai una ricerca tra tutti i soci e mettiti direttamente in contatto.

Scopri
 

Rinnova la tessera

Versare la quota annuale o fare una donazione è molto semplice.

Scopri

Questo sito utilizza i cookie che permettono di migliorare la tua navigazione. Proseguendo autorizzi l’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni, o per modificare le preferenze leggi la nostra Informativa sulla Privacy