assemblea soci 2015

 

Non solo un momento di sintesi delle attività dell’anno precedente, ma un’occasione di confronto, crescita e riorganizzazione per lo sviluppo di un’associazione sempre più efficace e al servicio dei Soci. È con questo spirito che si è svolto l’incontro di venerdì 22 maggio a Bologna.

 

Contratto di lavoro


Il pomeriggio è iniziato con un confronto di gruppo sul tema della contrattualistica per il lavoro dei fundraiser. Diverse idee sul tavolo e molti spunti per iniziare a lavorare concretamente su questo argomento che è sempre più rilevante e necessario per chi si occupa di raccolta fondi. Nei prossimi giorni pubblicheremo un sunto di ciò che è emerso.

 

Relazione del Presidente e bilanci


 

Alle 16 la relazione del presidente Luciano Zanin ha dato avvio all’Assemblea dei Soci 2015. I principali risultati illustrati sono stati:

  • il numero di Soci è in crescita anche se nel 2014 si è registrato un rallentamento (181 iscritti). Una delle criticità su cui sarà necessario concentrare le energie è rappresentata dal problema del rinnovo discontinuo di molteplici associati;
  • il 2014 è stato l’anno del rinnovo del Consiglio Direttivo e per questo motivo il Consiglio ha registrato 6 riunioni con una partecipazione media di 6 consiglieri su 7;
  • l’Associazione ha cercato di mantenere aperti diversi canali di comunicazione con gli associati e con l’esterno tra cui il sito web, le email, i social network e le attività di ufficio stampa. Molto è stato fatto, ma è sempre più importante rafforzare questo ambito e si stanno valutando diverse idee tra cui la riprogettazione del sito web;
  • i Gruppi Territoriali si sono confermati una risorsa preziosa che coinvolgono direttamente i fundraiser, rappresentano il collegamento tra l’attività nazionale e i territorio, ma soprattutto raccolgono suggerimenti, esigenze e bisogni dei colleghi che stanno in prima linea. Vi sono alcuni Gruppi più attivi e altri che fanno più fatica, questo è dovuto anche al fatto che tutti coloro che si adoperano lo fanno su base volontaria. Nonostante ciò nel 2014 sono stati realizzati più di 20 tra incontri ed eventi pubblici;
  • nel 2014 si è gradualmente costruito un rapporto sinergico con il mondo dei Dottori Commercialisti che sempre più guarda con interesse il non profit e il fundraising. Per questo motivo il Presidente Luciano Zanin ha partecipato a diversi incontri su tutto il territorio nazionale, da Catania fino a Torino, passando per la Toscana dove alcuni Collegi provinciali e regionali sono stati coinvolti nel processo di analisi e riflessioni in merito alla redazione dei decreti attuativi della legge di Riforma del Terzo Settore;
  • l’Italian Fundraising Award dal 2015 è diventato il premio di ASSIF. L’intera gestione è passata dal Festival del Fundraising alla nostra Associazione, anche se rimane attiva una forte partnership e un concreto sostegno da parte del Festival.

Dopo un breve intervento del consigliere Andrea Caracciolo che ha descritto l’evoluzione delle attività a livello di EFA - European Fundraising Association, il tesoriere Natascia Astolfi ha illustrato le voci che compongono il bilancio consuntivo 2014, relativa nota integrativa e il bilancio preventivo 2015. Approvati all’unanimità da parte dell’Assemblea.

 

Proposte dagli associati


 

La seconda parte dell’incontro si è concentrata sulle proposte arrivate nei giorni precedenti da parte di alcuni soci e accompagnate da un acceso dibattito sui social network, per ripensare alcune dinamiche operative e di comunicazione al fine di rendere l’Associazione più incisiva ed efficace.

Così come è strutturata oggi ASSIF, risulta in certe occasioni un po’ di lenta reazione e i soci, oltre alle attività dei Gruppi che però non insistono su tutti i territori, hanno pochi spazi di confronto e discussione interna. Partendo da queste osservazioni un gruppo di soci ed ex soci (pdf) hanno proposto di realizzare un gruppo chiuso su Facebook, che nella versione più ristretta includa soci e osservatori esterni per un breve lasso di tempo durante il quale possono decidere di iscriversi all’Associazione, in cui discutere liberamente di tematiche connesse alla vita associativa e alle tematiche più calde legate al fundraising e ai fundraiser. Tale attività, come indicato dagli stessi promotori, ha come obiettivo l’ampliamento della base associativa, migliorare la capacità di ASSIF di essere il rappresentate dei fundraiser e avere uno spazio diretto con cui dialogare costantemente tra colleghi. Questa prima proposta, nella sua versione più ristretta è stata accolta positivamente dall’Assemblea. Alcuni soci hanno evidenziato la necessità di predisporre un breve regolamento che permetta una moderazione efficace e che delineando in modo preciso gli obiettivi e le finalità eviti derive soggettive all’interno del gruppo. Inoltre sarà necessario fare una verifica preliminare per capire la percentuale di associati che hanno un profilo su FB in modo da valutare se sia lo strumento migliore per perseguire gli obiettivi fissati.

Sono poi state approfondite altre due proposte ricevute. La prima, inviata dalla socia Livia Accorroni (pdf), propone la costituzione di un organismo interno ad hoc, un c.d. "Comitato Affari Istituzionali” che interagisca con la Presidenza e la Segreteria di ASSIF e partecipi attivamente ai forum di settore e rappresenti il punto di vista della nostra Associazione - della nostra figura professionale e del Terzo Settore - nei tavoli politici e istituzionali. Oltre a ciò viene proposto di creare una sorta di "task force" che si occupi principalmente di mobilitare la nostra categoria professionale e tutto il mondo del terzo settore all’occorrenza. Anche la seconda proposta ricevuta dal Valerio Melandri punta a rafforzare l’attività di lobby che l’Associazione dovrebbe e deve fare per tutelare gli interessi dei fundraiser, oltre ad una serie di proposte di servizi e benefit da realizzare a beneficio degli associati.

Anche queste due ultime proposte sono state accolte positivamente dall’Assemblea. Il Consiglio Direttivo si è quindi impegnato a rendere operative le proposte nel mese di giugno in modo da avviare la fase operativa con i singoli gruppi che dovranno occuparsi di garantire l’operatività già dai prossimi mesi.

Infine il socio Fazio Frosali ha propostodi rivedere la tempistica nella convocazione dell’Assemblea per favorirer la partecipazione degli stessi associati. Su questa tematica il Presidente da un lato ha ricordato che la convocazione è stata pubblicata sul sito dell’Associazione nei termini previsti, dall’altro ha accolto l’osservazione garantendo che per le prossime Assemblee il Consiglio Direttivo si impegna a tenere conto delle osservazioni e a comunicare le date, gli argomenti e eventuali documenti con più largo anticipo.

L’Assemblea si è conclusa con un ringraziamento a tutti i presenti e a tutti gli associati che pur non avendo potuto partecipare hanno avanzato proposte e offerto la propria disponibilità a collaborare e con l’augurio che le idee e i suggerimenti raccolti possano diventare concreti grazie al contributo operativo di tutti soci.

 

 

Chi è il fundraiser

Scopri chi è realmente il fundraiser, le diverse tipologie e le mansioni.

Scopri
 

Diventa socio

Vuoi entrare a far parte del network dei fundraiser italiani? Scopri come fare.

Scopri
 

Scopri i soci

Fai una ricerca tra tutti i soci e mettiti direttamente in contatto.

Scopri
 

Rinnova la tessera

Versare la quota annuale o fare una donazione è molto semplice.

Scopri

Questo sito utilizza i cookie che permettono di migliorare la tua navigazione. Proseguendo autorizzi l’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni, o per modificare le preferenze leggi la nostra Informativa sulla Privacy