sbloccare 5 x1000

ASSIF ha promosso una petizione e chiesto all’esecutivo di sbloccare immediatamente i proventi del 5xmille relativi alle dichiarazioni dei redditi 2018 e 2019.

Il Terzo Settore, come ha sottolineato il presidente Nicola Bedogni, è un asset che va sostenuto allo stesso livello delle imprese. Per questo è importante sbloccare un miliardo di euro, che gli italiani hanno già destinato alle organizzazioni non profit in modo che, grazie a tali erogazioni, le organizzazioni possano far fronte a questa emergenza e continuare le loro attività.

Le Oragnizzazioni non profit, a differenza di altri soggetti, non hanno  una capitalizzazione né fondi di garanzia sufficienti per affrontare una crisi economica improvvisa come quella attuale. L’emergenza epidemiologica, che sta mettendo a dura prova la vita di tutti, rischia di mettere in ginocchio molte realtà non profit e quindi di aggravare la tenuta sociale ed economica del Paese.
Assif, facendosi interprete delle drammatiche condizioni di difficoltà che stanno attraversando le organizzazioni non profit e i loro operatori, chiede a gran voce che il governo sostenga con ai concreti il terzo settore, così come stanno facendo molti soggetti della filantropia istituzionale.

“Il Presidente Conte in Parlamento” ha concluso Bedogni – “ha dichiarato che uno degli obiettivi primari dell’esecutivo è lo snellimento della burocrazia. L’uscita delle liste dei beneficiari del 5 per mille, andrebbe esattamente in questa direzione e porterebbe beneficio a tutta la società”.

FIRMA LA PETIZIONE 

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA 

 

Chi è il fundraiser

Scopri chi è realmente il fundraiser, le diverse tipologie e le mansioni.

Scopri
 

Diventa socio

Vuoi entrare a far parte del network dei fundraiser italiani? Scopri come fare.

Scopri
 

Scopri i soci

Fai una ricerca tra tutti i soci e mettiti direttamente in contatto.

Scopri
 

Rinnova la tessera

Versare la quota annuale o fare una donazione è molto semplice.

Scopri

Questo sito utilizza i cookie che permettono di migliorare la tua navigazione. Proseguendo autorizzi l’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni, o per modificare le preferenze leggi la nostra Informativa sulla Privacy