facebook / Assif
Facebook tab
twitter / Assif
Facebook tab
twitter / Assif
0 Comments

EFA celebrando il suo decimo anniversario, ha voluto analizzare l'evoluzione del fundraising in questa decade. 

Il Fundraising sicuramente ha visto una crescita e un cambiamento in questi dieci anni molto importante. Nuove tecniche hanno rapidamente preso piede, attraverso i social network e i dispositivi mobili molti nuovi giovani sostenitori si sono attivati per il non profit. L'allargamento dei confini dell'Unione Europea ha portato ad una diminuzione dei confini nazionali ed incrementato le donazioni transfrontaliere molto velocemente. Le onp non competono più solo con le altre organizzazioni nazionali, ma anche con organizzazioni in altri stati, in altri settori, con imprese sociali ecc.

Una ricerca recente di EFA sui suoi 17 membri nazionali, il 64,7% le associazioni nazionali di fundraising riportano che, nonostante la crisi, le organizzazioni sono riuscite a mantenere costante o accrescere la raccolta fondi annuale.  

Ecco alcuni dati emersi dalla ricerca. 

What are the top 3 most popular charitable causes in your nation? EFA Decade Report

 

What fundraising method is the largest source of voluntary income in your nation? EFA Decade Report

 

How the Eurozone crisis has affected fundraising? EFA Decade Report

 

Top 5 factors to have positively impacted fundraising in your nation over the past 10 years EFA Decade Report

 

Restriction to fundraising nationally over the past 10 years EFA Decade Report

 

Online e social media EFA Decade Report

 

Mobile technology EFA Decade Report

 

How will voluntary income levels will rise? EFA Decade Report

 

Top 3 Factors: The biggest challenge of the next decade EFA Decade Report

 

Top 3 Changes Sought from National Governments EFA Decade Report

 

Top 3 Changes Sought from EU Government EFA Decade Report

 

Leggi l'articolo completo sul sito di EFA (http://www.efa-net.eu/features-and-opinions/special-focus/174-special-focus-a-decade-of-change)

Scarica il report completo (http://www.efa-net.eu/images/pdf/efa_survey_mar_2013.pdf)

 

0 Comments

 

(tratto dal sito della Regione Friuli Venezia Giulia)

 

Nell'attuale difficile congiuntura economica la sostenibilità del welfare passa anche attraverso un'ulteriore maturazione del terzo settore, che può valorizzare la propria vocazione solidaristica acquisendo una dimensione quasi professionale delle proprie iniziative, basata anche sull'applicazione del concetto di fundraising, inteso come la capacità di cercare risorse, sia finanziarie che umane, costruendo e alimentando relazioni con i potenziali donatori attraverso moderne tecniche di marketing e di comunicazione.

Se ne è parlato a Udine il 2 marzo, nel corso del convegno "La sostenibilità dei servizi alla persona e alla famiglia", promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l'Associazione Italiana Fundraiser e l'Area Welfare di Comunità dell'Azienda per i Servizi Sanitari "Bassa Friulana", quale momento di (in)formazione e approfondimento rivolto in particolare alle oltre mille associazioni iscritte nel Registro del Volontariato del Friuli Venezia Giulia. "In un quadro in cui le istituzioni devono saper essere garanti dei diritti dei singoli e delle comunità - ha detto l'assessore regionale al Volontariato e all'Associazionismo Roberto Molinaro - guardare al domani significa non solo erogare servizi ma interrogarsi su come costruire innovazione sociale".

È stato questo il senso della mattinata di studio, in cui il fundraising, grazie al contributo dei più qualificati esperti nazionali, è apparso in tutte le sue potenzialità e prospettive "come strumento - ha sottolineato ancora l'assessore - non solo per cercare risorse ma per far crescere relazioni che favoriscano i valori di solidarietà, reciprocità e soprattutto socialità".

Dunque una mattinata per cercare di capire se il fundraising sia un'opportunità per sostenere il welfare in senso lato: dai servizi alla persona alla cultura, all'ambiente, all'istruzione. "L'attività di raccolta fondi è fondamentalmente attività di costruzione di relazioni tra donatore e beneficiario", ha spiegato Luciano Zanin, presidente dell'Associazione Italiana Fundraiser. "Il fundraising è la nobile arte di insegnare alle persone la gioia di donare", ha aggiunto, citando un'espressione di Henry Rosso, fondatore della Fund Raising School dell'Indiana University. Una sfida che incontra però anche degli ostacoli, normativi, burocratici, fiscali, che spesso rendono complicata una donazione, ma che possono essere facilmente superati grazie all'intermediazione delle fondazioni di comunità, come ha evidenziato Bernardino Casadei, segretario generale dell'Assifero.

In sostanza per 'proteggere' il welfare, occorre ripensarlo. E questa fase di crisi può anche essere interpretata - ha indicato Patrizia Cappelletti, di GeniusLoci, come un'opportunità per ridisegnare il sociale. Un salto di qualità di un welfare capace di rigenerare le proprie risorse, attraverso la ricerca di nuove strade. Aspetti, questi, che ora vanno concretizzati e di cui si dovrà tener conto fin dalla prossima redazione dei Piani di Zona (PdZ), che hanno bisogno di innovare la propria operatività, ha concluso l'assessore Roberto Molinaro. 

Per approfondimenti e per ascolta alcuni audio degli interventi vai sul sito delle Regione FVG

 

convegno "La sostenibili, Presidente ASSIF Luciano Zanin   convegno "La sostenibilità dei servizi alla persona e alla famiglia", promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l'Associazione Italiana Fundraiser e l'Area Welfare di Comunità dell'Azienda per i Servizi Sanitari "Bassa Friulana", Assessore Molinaro
     
convegno "La sostenibilità dei servizi alla persona e alla famiglia", promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l'Associazione Italiana Fundraiser e l'Area Welfare di Comunità dell'Azienda per i Servizi Sanitari "Bassa Friulana"   convegno "La sostenibilità dei servizi alla persona e alla famiglia", promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l'Associazione Italiana Fundraiser e l'Area Welfare di Comunità dell'Azienda per i Servizi Sanitari "Bassa Friulana"

 

0 Comments

Lo sai che c'è un collega in attesa del tuo voto? Non far mancare la tua opinione, partecipa alla votazione del fundraiser dell'anno 2013 all'Italian Fundraising Award.
Tutti i soci ASSIF hanno ricevuto nei giorni scorsi una mail con l'indicazione del codice e le modalità per poter partecipare alla elezione del Fundraiser dell'anno all'Italian Fundraising Award 2013.

Ci sono ancora pochi giorni per farlo.

Se non l'hai ancora fatto, cerca la mail, utilizza il link con il codice  ed esprimi la tua preferenza.

ASSIF - Associazione Italiana Fundraiser
Via Panizza, 7 - 20144 Milano
Codice Fiscale: 92047140402
Partita IVA: 03690430164

SPORTELLO PER IL CITTADINO
Segreteria ASSIF
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  - tel. +39 329 7833402
Ufficio Stampa
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Mappa del Sito | Privacy | Credits